Le missioni ‘perdute’

Posted in Missions, Storia with tags , , on 20 luglio 2014 by raghnor

Il Saturn V esposto al KSC

Nel giorno in cui si festeggiano i 45 anni dal primo allunaggio (e ne approfitto per ricordarvi l’appuntamento di stasera con “Stregati dalla Luna”), ho pensato a questo post, il cui sottotitolo potrebbe essere “Le missioni che sarebbero potute essere ma che ci siamo persi”.

A molti questo farà pensare ad Apollo 18, 19 e 20. Ma nel corso del Progetto Apollo i piani sono cambiati altre volte con impatti sia sullo sviluppo dei veicoli che nell’assegnazione degli astronauti alle missioni. Diverse missioni vennero cancellate a causa di modifiche al design dei veicoli, per ritardi nella realizzazione, per limitazioni ai budget e, non ultimo, per l’incidente di Apollo 1.

Continua a leggere

Stregati dalla Luna

Posted in Anniversario, Eventi, Storia with tags , , on 16 luglio 2014 by raghnor

La locandina di
‘Stregati dalla Luna’

Come ben saprà chi segue questo blog, in questi giorni ricorre il 45° anniversario di Apollo 11.

E tra le tante iniziative per celebrare questo storica data mi sembra giusto segnalare una bellissima iniziativa della RAI. La notte tra Domenica 20 Luglio e Lunedì 21 Luglio, su RAI SCUOLA andrà in onda “Stregati dalla Luna”, una trasmissione che durerà 12 ore (12 ORE!) e che, sfruttando spezzoni dell’epoca, testimonianze ed ospiti speciali, racconterà quella notte di 45 anni fa in tempo reale.

Tra le altre cose due ‘vecchie conoscenze’ del blog parteciperanno alla trasmissione. Paolo Attivissimo presenterà il suo “Moonscape”, il documentario in alta definizione dedicato al primo atterraggio dell’uomo sulla Luna e frutto di anni di lavoro e di tanta tanta passione. Luigi Pizzimenti invece ci mostrerà la riproduzione scala 1:1 di Casper (CM di Apollo 16) e della tuta spaziale A7LB utilizzata nel Progetto Apollo. Magari entrambi non si limiteranno solo a questo, ma non ho informazioni più dettagliate in merito.

Altre interessanti chicche le potete vedere nel video pubblicato su YouTube.

Altri dettagli li trovate sul blog Il Disinformatico di Paolo e sul sito di Luigi CollectionSpace.

Vi segnalo infine un’altra iniziativa sempre di Paolo Attivissimo: su Twitter se seguite il suo utente @attivissimoLIVE, già da qualche giorno vengono pubblicati tweet sicronizzati con gli eventi di 45 anni fa, arricchiti da splendide foto.

Vi ricordo ancora che la trasmissione sarà visibile sul RAI SCUOLA (canale 147 del digitale terrestre) e sul canale 33 TIVUSAT.

L’Ebook di Natale 2013

Posted in Varie with tags , , on 23 dicembre 2013 by raghnor

Come preannunciato tempo fa, mi sono concentrato sul vostro regalo di Natale di quest’anno. Il regalo che avete scelto con il sondaggio di ottobre.

Beh, è arrivato il momento di consegnarvelo :)

Ho utilizzato anche quest’anno Dropbox per la distribuzione. Vi invito a segnalarmi eventuali problemi.

Insieme all’ebook, faccio a tutti i miei lettori e alle loro famiglie i più sinceri

Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo

And the winner is …

Posted in Varie with tags on 30 ottobre 2013 by raghnor

Ovvero vi annuncio che il poll per la scelta dell’argomento dell’ebook natalizio è chiuso e avete scelto

l’Apollo Guidance Computer (AGC)

E’ stata una lotta serrata tra questo argomento e le biografie degli astronauti. Ci sono state anche due segnalazioni extra lista: il Saturn V e le missioni soppresse (Apollo 18, 19 e 20).

Per quanto riguarda il primo argomento, vi ricordo che si tratta proprio dell’argomento trattato nell’Ebook Natalizio 2012 :)

Il secondo argomento, sperando che non sia una richiesta di pseudo-informazioni complottiste :D, è un argomento interessante. Ringrazio chi lo ha proposto e prometto di occuparmente prossimamente.

Un lustro

Posted in Anniversario, Eventi, News, Varie with tags , on 17 ottobre 2013 by raghnor

Sono passati 5 anni da quando ho iniziato a scrivere su questo blog. 5 anni in cui ogni domenica mi sono impegnato (con me stesso e con voi lettori) a pubblicare un articolo che fosse interessante, divertente, curioso, …

Le soddisfazioni sono state tante, e non parlo solo di numeri ma anche e soprattutto dell’aver scoperto che la fuori c’è un gruppo di appassionati con cui condividere la mia passione. Non sono mancati i momenti magici (non avrei mai pensato di poter incontrare di persona 2 astronauti dell’Apollo, uno dei quali è stato anche un moonwalker).

Ringrazio tutti voi e in particolare quelli che hanno avuto la voglia di interagire con me tramite i commenti e le email.

Purtroppo tutte le cose belle (e questo blog permettetemi di dire che per me lo è) prima o poi finiscono. O cambiano. Per me è arrivato il momento di rallentare. I cambiamenti nel corso di questi 5 anni, nel lavoro e nella famiglia, sono diventati tali da rendere l’appuntamento settimanale insostenibile se non al prezzo di trascurare questi due aspetti della mia vita o di non poter garantire quel minimo di qualità che merita chi spende parte del suo prezioso tempo a leggere gli articoli proposti. Scrivere su questo blog deve essere per me un divertimento, come per voi leggerlo.

A partire da questa settimana quindi Tr@nquillity Base perde la sua cadenza settimanale ma non chiude. Ci sono ancora tante storie da raccontare e da condividere. E altri progetti da seguire; primo fra tutti vorrei riproporre, come l’anno scorso, un piccolo e-book natalizio, una piccola monografia. E a tal proposito qui accanto nella pagina potrete, nelle prossime due settimane, esprimere la vostra preferenza sull’argomento da trattare. A voi la parola.

Il Lunar Module Rendezvous Radar

Posted in Storia, Tecnologia with tags , , , on 13 ottobre 2013 by raghnor

L’Ascend Module di Apollo 17

Il Lunar Module era dotato di un secondo radar oltre al Landing Radar che è stato descritto nel post di due settimane fa. Posizionato nella parte alta dell’ascent stage, il suo disco è ben visibile in tutte le foto del LM: si trattava del Rendezvous Radar (RR).

Questo radar era un componente fondamentale per il completamento della manovra di rendezvous e il suo scopo principale era quello di cercare il CSM nella sua orbita e, una volta trovato, seguirlo fornendo un flusso continuo di informazioni all’AGC. Per consentire al radar di individuarlo, il CSM era dotato di un transponder, ovvero un dispositivo automatico che riceve, amplifica e ritrasmette un segnale su una frequenza differente da quella ricevuta. Il rendezvous radar assicurava informazioni aggiornate su posizione, distanza e velocità del CSM. Ovviamente erano previste alternative per completare il rendezvous, tutte le tecniche sviluppate nel corso del progetto Gemini ma il RR era il sistema primario e facilitava di molto il compito.

L’antenna del radar trasmetteva un segnale, che se ben direzionato, veniva ricevuto dal transponder sul CSM, elaborato e rispedito indietro. Il segnale di ritorno veniva ricevuto dall’antenna e processato dall’elettronica del RR, in modo da ricavarne i dati che venivano poi passati all’AGC e utilizzati da questo per determinare i comandi per il PNGCS.

Il ricevitore dell’antenna del RR era suddiviso in 4 parti in modo che, se il radar non fosse stato allineato correttamente con il CSM, l’intensità del segnale ricevuto non sarebbe stato uguale in tutte le sezioni. La differenza, dopo essere stata elaborata dall’elettronica di controllo del radar, serviva a modificare il suo orientamento fino ad ottenere il bilanciamento del segnale proveniente da transponder del CSM. La portata massima del radar era di 750 km.

Continua a leggere

Gli Uomini – Buzz Aldrin

Posted in Biografie with tags , on 6 ottobre 2013 by raghnor

Buzz Aldrin

Nome Completo: Edwin Eugene Aldrin, Jr. poi cambiato legalmente in Buzz Aldrin

Nato il: 20 Gennaio 1930

Ruolo nel Progetto: Astronauta (NASA Group 3 – The Fourteen)

Missioni: Gemini 12, Apollo 11

Onorificienze Ricevute: Air Force Distinguished Service Medal, Legion of Merit, 2 Distinguished Flying Cross, 3 Air Medal, NASA Distinguished Service Medal, NASA Exceptional Service Medal, 2 NASA Space Flight Medal, Presidential Medal of Freedom, il Robert J. Collier Trophy, il Robert H. Goddard Memorial Trophy, l’Harmon Trophy, Congressional Gold Medal

Buzz Aldrin non necessita di grandi presentazioni: pilota dell’USAF, astronauta americano ma soprattutto secondo uomo a porre piede sulla superficie lunare (alle 03:15:16 UTC del 21 Luglio 1969).

Aldrin, alla nascita Edwin Eugene Aldrin Jr., è nato il 20 Gennaio 1930 a Glen Ridge, New Jersey. I genitori erano Edwin Eugene Aldrin Sr., un militare di carriera, e sua moglie Marion, il cui nome da nubile era Moon (quando si dice i casi della vita …). Vanta origini scozzesi, svedesi e tedeschi. Il soprannome di Buzz risale al tempo della sua infanzia, soprannome che nel 1988 ha registrato come il suo nome ufficialmente: la più piccola delle sue sorelle lo chiamava ‘brother’ solo che pronunciava la parola ‘buzzer’; la parola venne poi abbreviata appunto in Buzz. Dopo essersi diplomato alla Montclair High School in 1946, Aldrin decise di entrare all’Accademia di West Point.

Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 48 follower