Gli Uomini – Buzz Aldrin

Buzz Aldrin

Nome Completo: Edwin Eugene Aldrin, Jr. poi cambiato legalmente in Buzz Aldrin

Nato il: 20 Gennaio 1930

Ruolo nel Progetto: Astronauta (NASA Group 3 – The Fourteen)

Missioni: Gemini 12, Apollo 11

Onorificienze Ricevute: Air Force Distinguished Service Medal, Legion of Merit, 2 Distinguished Flying Cross, 3 Air Medal, NASA Distinguished Service Medal, NASA Exceptional Service Medal, 2 NASA Space Flight Medal, Presidential Medal of Freedom, il Robert J. Collier Trophy, il Robert H. Goddard Memorial Trophy, l’Harmon Trophy, Congressional Gold Medal

Buzz Aldrin non necessita di grandi presentazioni: pilota dell’USAF, astronauta americano ma soprattutto secondo uomo a porre piede sulla superficie lunare (alle 03:15:16 UTC del 21 Luglio 1969).

Aldrin, alla nascita Edwin Eugene Aldrin Jr., è nato il 20 Gennaio 1930 a Glen Ridge, New Jersey. I genitori erano Edwin Eugene Aldrin Sr., un militare di carriera, e sua moglie Marion, il cui nome da nubile era Moon (quando si dice i casi della vita …). Vanta origini scozzesi, svedesi e tedeschi. Il soprannome di Buzz risale al tempo della sua infanzia, soprannome che nel 1988 ha registrato come il suo nome ufficialmente: la più piccola delle sue sorelle lo chiamava ‘brother’ solo che pronunciava la parola ‘buzzer’; la parola venne poi abbreviata appunto in Buzz. Dopo essersi diplomato alla Montclair High School in 1946, Aldrin decise di entrare all’Accademia di West Point.

Nella sua classe (quella del 1951) si classificò terzo, ottenendo una laurea in ingegneria meccanica. Venne assegnato come sottotenente alla U.S. Air Force e servì come pilota di caccia nella guerra di Corea. Effettuò 66 missioni di combattimento, abbattendo 2 MiG-15. Il numero dell’8 Giugno 1953 della rivista Life pubblicò una serie di foto scattate da Aldrin di un pilota russo che si eiettava dal suo aereo danneggiato.

Dopo la guerra divenne istruttore di artiglieria aerea presso la Nellis Air Force Base in Nevada. In seguito volò con il 22mo Squadrone presso la Bitburg Air Base in Germania. Nel 1963 conseguì una laurea in astronautica presso il Massachusetts Institute of Technology. La sua tesi, “Line-of-sight guidance techniques for manned orbital rendezvous”, esaminava le tecniche per effettuare questa manovra fondamentale. Venne assegnato poi al Gemini Target Office della Air Force Space Systems Division a Los Angeles, dove rimase fino alla selezione per il corpo astronauti della NASA.

Selezione che avvenne nell’Ottobre 1963, all’interno del terzo gruppo di astronauti.. In precedenza le sue domande erano state rigettate poiché non aveva esperienza come pilota collaudatore, un prerequisito che venne a cadere proprio a partire dalla scelta di questo gruppo.

Dopo la morte dell’equipaggio di Gemini 9 (Elliot See e Charles Bassett), Aldrin e Jim Lovell vennero promossi ad equipaggio di riserva per quella missione. In virtù della rotazione degli equipaggi questo significò per i due il ruolo di equipaggio di Gemini 12, l’ultima missione del programma. La missione fu un successo e Aldrin effettuò una EVA finalmente soddisfacente, dimostrando la possibilità degli astronauti di lavorare efficacemente nello spazio.

In seguito venne l’assegnamento all’equipaggio di Apollo 11. E il 21 Luglio 1969 divenne il secondo uomo sulla Luna. Il tempo totale di EVA di Aldrin (inteso come somma delle EVA di Gemini e Apollo) rimase imbattuto fino ad Apollo 14. Per molto tempo si è parlato del grande desiderio di Aldrin di essere il primo a scendere sulla superficie lunare (in fondo in Gemini era il pilota ad uscire, non il comandante) e di come questo abbia creato tensioni all’interno dell’equipaggio se non della NASA intera. Qualunque fosse la verità Aldrin si adeguò alla decisione presa.

Buzz è in compenso la prima persona ad aver tenuto una cerimonia religiosa sulla Luna. Poco dopo l’allunaggio, inviò questo messaggio attraverso la radio:

“I’d like to take this opportunity to ask every person listening in, whoever and wherever they may be, to pause for a moment and contemplate the events of the past few hours, and to give thanks in his or her own way.”

“Vorrei approfittare di questo momento per chiedere ad ogni persona in ascolto, chiunque sia e dovunque si trovi, di fermarsi per un momento e riflettere sugli eventi delle ultime ore, e ringraziare alla sua maniera.”

Immediatamente dopo fece la Comunione utilizzando un piccolo calice che aveva portato con se. La cosa avvenne in segreto per evitare ulteriori problemi con gli attivisti atei come Madalyn Murray O’Hair, che in precedenza aveva intrapreso un’azione legale a seguito della lettura della Genesi fatta dall’equipaggio di Apollo 8. Il calice venne poi donato alla Webster Presbyterian Church, una congregazione presbiteriana di Webster, un sobborgo di Houston, Texas: tutti gli anni intorno al 20 Luglio viene utilizzato per una messa commemorativa.

Dopo aver lasciato la NASA venne stato assegnato alla U.S. Air Force Test Pilot School presso la Edwards Air Force Base, California come Comandante. Dopo 21 anni di servizio nella USAF, si ritirò nel Marzo 1972 pur mantenendo un ruolo manageriale all’interno dell’organizzazione. La sua vita però era già segnata da grossi problemi di depressione e alcolismo. Dopo alcuni anni bui, venne la presa di coscienza di avere un grosso problema; le conseguenti cure affrontate con impegno e il matrimonio con Lois Driggs Cannon lo aiutarono a guarire.

Dopo essersi ritirato dalla NASA Aldrin ha continuato a promuovere l’esplorazione spaziale e a dedicarsi a diverse attività anche poco convenzionali. Ha prestato il suo nome ed ha prodotto il gioco per PC Buzz Aldrin’s Race Into Space (1993). Ha prestato la sua voce in due episodi delle serie di Matt Groening, i Simpsons e Futurama. Nel 2011 è apparso nel ruolo di se stesso nel film Transformers: Dark of the Moon: per la prima volta ammetteva che nel corso di Apollo 11 avevano trovato una astronave dei Cybertroniani …

Nel 1985, Aldrin ha presentato un lavoro su una traiettoria particolare che ha preso il nome di Aldrin cycler e che permetterebbe ad un veicolo spaziale di passare ciclicamente vicino alla Terra e a Marte. Un caso particolare delle traiettorie della famiglia dei Mars cycler.

Aldrin oggi

Il 9 Settembre 2002 Aldrin è stato protagonista di uno scontro con il noto cospirazionista Bart Sibrel all’ingresso di un hotel a Beverly Hills. Sibrel ha atteso l’arrivo di Buzz per poi avvicinarlo (insieme ad un cameraman) e chidergli di giurare su una Bibbia che lo sbarco sulla Luna era una messa in scena. Dopo una breve discussione, quando Sibrel ha dato esplicitamente del bugiardo a Buzz, questi gli ha assestato un meritatissimo cazzotto. La polizia, a cui Sibrel si è rivolto, ha chiuso il caso dichiarando che Aldrin era stato volutamente provocato. Il video dell’aggressione è un classico su internet🙂

Ha scritto da solo o in collaborazione con altri diversi libri, tra cui i due testi autobiografici Return to Earth (1973) e Magnificent Desolation (2009). Nel Maggio 2013 ha pubblicato Mission to Mars, in cui si esprime (come ha ripetutamente fatto in altre occasioni) a favore di una missione verso il pianeta rosso piuttosto che un ritorno alla Luna.

Aldrin si è sposato tre volte: con Joan Archer, moglie dei the figli James, Janice, e Andrew; con Beverly Zile, e con Lois Driggs Cannon (da cui ha divorziato l’anno scorso).

In occasione della morte di Neil Armstrong, ha commentato l’evento dicendo di essere “profondamente amareggiato dalla sua morte […] Avevo veramente sperato che il 20 Luglio 2019 Neil, Mike e io saremmo stati insieme per commemorare il 50mo anniversario del nostro allunaggio … Purtroppo non sarà così.”

Il noto personaggio dei film della Pixar, Buzz Lightyear deve il suo nome proprio a quello di Aldrin. L’astronauta ha mostrato il suo gradimento per l’omaggio durante un discorso presso la NASA, quando ha estratto e tenuto con se un pupazzo del personaggio. Ha anche partecipato ad un’edizione di Ballando con le Stelle (ed. americana), piazzandosi decimo.

12 Risposte to “Gli Uomini – Buzz Aldrin”

  1. raghnor Says:

    Vi segnalo che il caso ha voluto che proprio oggi Paolo Attivissimo abbia pubblicato un post con il ricordo del suo incontro con Buzz Aldrin, lo trovate qui:

    http://complottilunari.blogspot.it/2013/10/bisbigliare-nellorecchio-della-storia.html.

    Lettura consigliatissima.

  2. Per celebrare mi faccio una partita all’immortale BARIS (Buzz Aldrin’s Race into Space)🙂
    http://it.wikipedia.org/wiki/Buzz_Aldrin%27s_Race_into_Space

  3. Un gioco carino sulla carta, ma ahimè le missioni richiedono un elevato fattore C e sembra proprio che il computer barasse abbastanza. L’idea però non era male. Ultimamente è stato pubblicato 1969 dalla Cranio Creation

    http://boardgamegeek.com/boardgame/121409/1969

    Ho dato un’occhiata alle regole ma non mi hanno entusiasmato.

  4. Interessante! Si era parlato di un nuovo videogioco strategico, non so se ispirato a 1969, ma mi sa che ho perso il link.

  5. Vittorio Says:

    Il grande Buzz Aldrin! Grazie per le informazioni!

    Un gioco carino sulla carta, ma ahimè le missioni richiedono un elevato fattore C e sembra proprio che il computer barasse abbastanza. …

    Confermo, il PC barava. Ma io avevo trovato un sistema per controbarare, ovverosia un programma che ti permetteva di modificare i tuoi soldi e di avere fondi illimitati (come successe realmente alla NASA 44 anni fa) ed infatti ho portato i virtuali Jim Lovell, Pete Conrad e Neil Armstrong come primo equipaggio sulla Luna!😀
    P.S. Attenzione: Neil Armstrong CMP, Jim Lovell CMD e Conrad LMP😀😀😀

  6. Vittorio Says:

    Ops, non so perché mi è venuto tutto il commento in corsivo e non solo la citazione. Va be’, il mio commento parte da “Confermo …”

  7. Grazie Vittorio, per me era chiaro quale fosse la tua parte. Adesso però devi dirmi dove trovare il programmin per controbarare (sperando che giri su Mac :D)

  8. Vittorio Says:

    Non so se gira su Mac (dubito) ma guardati questa pagina:
    http://peyre.x10.mx/BARIS/index.htm
    trovi un po’ di tutto riguardo BARIS. Seguendo i vari link (in particolare quelli relativi a Hex Money Cheat in “Mods, Editor and Cheats”) arrivi a scaricarti questo programma che serve appunto a modificare il valore del denaro a disposizione. Io ce l’avevo fatta una volta soltanto, peccato non avessi pronto FRAPS per registrare il video.😦

    E comunque imbroglia lui, imbrogliamo noi!😀

  9. E a questo proposito sono lieto di annunciare:
    http://www.slitherine.com/games/BA_SPM_Pc
    Me lo scarico subito anche se è in beta!

  10. Whoa! Un BARIS trattavo con gli steroidi! Mi sembra interessante, dovrò monopolizzare il pc familiare🙂 Grazie della segnalazione.

  11. Due refusini in un bell’articolo: è rimasto un “religious” e ci sono i nomi dei mesi in maiuscolo all’inglese.

  12. Grazie Paolo per la segnalazione. In merito ai nomi dei mesi, in effetti devo decidere come scriverli (ho visto che in post diversi uso stili diversi). Mi faccio plagiare delle fonti in inglese🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...