Archivio per Harrison Schmitt

Le Missioni: Apollo 17

Posted in Missions with tags , , , , , on 7 dicembre 2012 by raghnor

Dopo un altro lungo periodo di tempo mi ritrovo a dedicare un post extra al quarentennale di una missione. Con Apollo 17 si concludono le missioni di esplorazione lunare, questa è l’ultima delle missioni di Tipo J e anche in questo caso, come nelle precedenti due missioni, vengono infranti diversi record di permanenza sul nostro satellite e viene raccolta una mole di dati impressionante per gli scienziati. Peccato che ormai siamo giunti all’epilogo di questo entusiasmante capitolo dell’avventura dell’uomo nello spazio.

L’equipaggio di Apollo 17

Data: 7 Dicembre 1972 12:33:00 a.m. EDT
Launch Pad: 39A KSC
Equipaggio: Eugene Cernan (CDR), Ronald Evans (CMP), Harrison Schmitt (LMP)
Highlights: la missione lunare di maggiore durata; la missione con la più lunga permanenza sulla superficie lunare; la missione che ha riportato il maggior quantitativo di campioni; la missione con la più lunga permanenza in orbita lunare; primo lancio in notturna di un Saturn V

Apollo 17 è stata l’undicesima e ultima missione con equipaggio del Programma Apollo. E’ stata la sesta e ultima missione ad allunare sul nostro satellite, il primo lancio in notturna di un volo con equipaggio e l’ultimo lancio con equipaggio di un Saturn V. A tutt’oggi Apollo 17 rimane l’ultima missione che ha portato degli uomini oltre l’orbita terrestre.

La decisione di allunare nella valle di Taurus-Littrow è stata presa in linea con l’obiettivo principale di Apollo 17: raccogliere campioni dagli altopiani lunari più vecchi dell’impatto che ha formato il Mare Imbrium e investigare l’esistenza di possibile attività vulcanica recente nella zona. Taurus-Littrow è stata scelta nonostante la sua somiglianza con l’area esplorata da Apollo 15 (un’area di altopiano ai bordi di un mare) perché sembrava offrire maggiori opportunità di successo alla ricerca.

Come nel caso dei precedenti allunaggi, gli astronauti di Apollo 17 seguirono un esteso programma di allenamento che comprendeva l’utilizzo e la conoscenza delle capsule, del LRV e della tuta spaziale, la geologia, un corso di sopravvivenza e l’addestramento sull’ammaraggio e il successivo recupero in mare.

Continua …

Annunci

Scheggie di Luna

Posted in Storia, Varie with tags , , , , , , on 4 dicembre 2011 by raghnor

Un frammento di roccia lunare
(incapsulato nella plastica)

Tutte le rocce lunari attualmente conservate sulla Terra hanno tre possibili origini: (1) sono quelle raccolte dalle missioni Apollo, (2) quelle riportate dalle sonda sovietiche e (3) le rocce che si staccano dalla superficie lunare (per effetto del bombardamento meteorico) e che poi ricadono sul nostro pianeta.
In particolare Le sei missioni Apollo hanno riportato a terra 382 Kg di rocce (la maggior parte delle quali nelle ultime tre missioni).

I campioni lunari raccolti durante l’esplorazione della Luna sono considerati di valore inestimabile. Nel 1993 tre piccoli frammenti delle dimensioni di un seme, raccolti dal Luna 16, sono stati venduti per 442.500 dollari. Nel 2002 piccole quantità di materiale proveniente dalla Luna e da Marte sono state rubate; durante il processo in tribunale che ne è seguito, la NASA ha valutato quel materiale, dal peso complessivo di 285 grammi, in 1 milione di dollari. Le rocce provenienti dai meteoriti lunari, invece, vengono tranquillamente comprate e vendute tra collezionisti privati. Ad esempio sul sito di Luigi Pizzimenti, giusto per citarne uno a caso 🙂

La NASA ha anche preparato una serie di confezioni educative composte da un disco trasparente contenente sei tipi di campioni (frammenti di rocce e suoli) e 12 sottili sezioni petrologiche di materiale lunare. Questi pacchetti sono disponibili per scopi educativi in molti Paesi, per ottenerli basta seguire un breve corso di 3 ore che spiega la loro storia e come maneggiarli.

Nononstante il valore, gli USA hanno donato più volte ad enti e nazioni frammenti raccolti nel corso degli allunaggi. Circa 70 campioni sono stati donati a vari musei di tutto il mondo. Più di 300 piccoli campioni che sono stati regalati in due occasioni a governi stranieri e governatori degli Stati Uniti.

Continua a leggere

The Wonder of It All – Film

Posted in Recensioni with tags , , , , , , , on 10 ottobre 2010 by raghnor

La copertina del DVD

Ho ricevuto la segnalazione dell’esistenza di questo documentario da Alberto, un visitatore del blog, via mail all’inizio di Agosto. Complici le vacanze lontane dal computer e l’agenda dei post già definita, la visione e questa recensione sono slittate fino ad oggi.
Il documentario è del 2007, dura 82 min ed ha un sito ufficiale. Il regista è Jeffrey Roth.

Un aspetto importante di questo documentario, che lo differenzia da altre pellicole come In the Shadow of the Moon, è che qui la scena è tutta per gli astronauti: tutto il film è basato sulle interviste che Alan Bean, Charlie Duke, John Young, Buzz Aldrin, Edgar Mitchell, Gene Cernan, Harrison Schmitt (in rigoroso ordine sparso) hanno rilasciato al regista.

La sequenza iniziale è una ripresa di parte della Terra con una Luna che a poco a poco sorge da dietro di essa, il tutto accompagnato da una carrellata di spezzoni audio tratti da quel periodo (Kennedy che parla della crisi di Cuba, la notizia dell’intensificarsi dell’impegno americano in Vietman, la morte di MLK … e naturalmente il classico “I believe that this nation should commit itself …”): una bella idea per inquadrare storicamente il momento del progetto Apollo. A completare questa parte c’è un intervento di Cernan in cui ricorda che per comprendere la sfida lanciata da Kennedy occorre contestualizzarla in quel periodo storico (gli anni 60), con i russi che avevano lanciato lo Sputnik e poi Gagarin (primo uomo in orbita) dimostrando la loro superiorità, il Vietnam, le contestazioni nei campus, la morte dei principali leader (MLK e poi lo stesso Kennedy) ed altri eventi.
Il film risulta poi organizzato in piccoli capitoli, identificati da brevi titoli come Choosen o Fear o The Moon e in ciascuno di essi viene trattato un diverso argomento (Choosen per esempio è la parte dedicata al come e al perchè proprio su queste persone sia caduta la scelta).

Continua …