Gli Uomini – Rusty Schweickart

Rusty Schweickart

Nome Completo: Russell Louis Schweickart

Nato il: 25 Ottobre 1935

Ruolo nel Progetto: Astronauta (NASA Group 3 – The Fourteen)

Missioni: Apollo 9

Onorificienze Ricevute: NASA Distinguished Service Medal (1969), Federation Aeronautique Internationale De La Vaux Medal (1970), National Academy of Television Arts and Sciences Special Trustees Award (Emmy) (1969), NASA Exceptional Service Medal (1973), Honorary Trustee and Fellow della California Academy of Sciences.

Russell Louis “Rusty” Schweickart è nato il 25 Ottobre 1935 a Neptune Township, nel New Jersey. Dopo essersi diplomato alla Manasquan High School, ha conseguito la laurea e il master in Aeronautica / Astronautica presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT) rispettivamente nel 1956 e nel 1963.

Successivamente ha rivestito il ruolo di ricercatore scientifico all’Experimental Astronomy Laboratory, sempre presso il Massachusetts Institute of Technology (MIT). Nel corso di tale lavoro, ha svolto ricerche nell’ambito della fisica atmosferica, del tracciamento del movimento delle stelle e la stabilizzazione delle immagini stellari. La sua tesi per il master fu una validazione sperimentale di un modello teorico della radianza della stratosfera.

In seguito ha prestato sevizio nella US Air Force e nella Massachusetts Air National Guard (101st Tactical Fighter Squadron) dal 1956 al 1963, totalizzando più di 4000 ore di volo, di cui 3500 su aerei a reazione ad alte prestazioni.

Schweickart durante la sua EVA (Apollo 9)

Schweickart venne selezionato dall’ente spaziale americano nell’ottobre 1963 come parte del NASA Astronaut Group 3. Il 21 marzo 1966 venne assegnato al ruolo di pilota nell’equipaggio di riserva di Apollo 1 (era la riserva di Roger Chaffee). Suoi compagni erano James McDivitt (CDR) e Dave Scott (Senior Pilot), entrambi veterani delle missioni Gemini. Nel Dicembre 1966 l’intero equipaggio venne assegnato al primo volo in orbita terrestre dell’intero stack Apollo, la missione Apollo 9: Schweickart era il LMP.

Il volo avvenne nel Marzo 1969. Fu il terzo volo con equipaggio del programma Apollo e il primo volo con equipaggio del LM. Schweickart trascorse 241 ore nello spazio ed eseguì la prima EVA del programma Apollo, durata 46 minuti; nel corso della EVA venne collaudato il Portable Life Support System, destinato ad essere usato poi dai 12 astronauti che hanno passeggiato sulla Luna. Il piano di volo prevedeva la dimostrazione della fattibilità di un trasferimento di emergenza tra LM e CM all’esterno, utilizzando i corrimamo a disposizione dei due veicolo. Purtroppo, Schweickart fu il secondo astronauta a soffrire di ‘mal di spazio’ (il primo fu Frank Borman durante Apollo 8). Il piano venne quindi cambiato e l’astronauta si limitò ad una uscita della piattaforma di fronte al portello frontale del LM (il LM porch), mentre Dave Scott si ‘affacciava’ dal portello del CM.

Dopo la missione Schweickart si offrì per un lungo studio sul mal di spazio; questo contribuì a fargli perdere il posto per eventuali missioni lunari successive. Il suo successivo assegnamento fu come CDR di riserva per la prima missione Skylab, nella primavera del 1973. A lui fu affidata la responsabilità di ideare e sviluppare i materiali e le procedure necessarie a risolvere i problemi del laboratorio spaziale creatisi nel corso del lancio (i danni alla copertura termica e il mancato dispiegamento di uno dei pannelli solari). Grazie a questo un potenziale disastro divenne la prima di tre missioni di grande successo. Per questo suo impegno ricevette la NASA Exceptional Service Medal.

Alla fine del programma Skylab, Schweickart assunse il ruolo di Director of User Affairs presso il quartier generale della NASA a Washington. In questo ruolo era responsabile di garantire il trasferimento delle tecnologie sfruttate dalla NASA verso il ‘mondo esterno’.

Nel 1977 Schweickart è entrato a far parte dello staff del Governatore della California, Jerry Brown ed è stato assistente nell’ufficio del Governatore per la scienza e la tecnologia. Nel 1979 Schweickart è entrato a far parte della Commissione sull’energia della California, dove ha prestato servizio per 5 anni e mezzo.

Nel 1987-88 Schweickart è stato presidente dello United States Antarctic Program Safety Review Panel del National Science Foundation (NSF). Il documento prodotto, “Safety in Antarctica”, una revisione estensiva di tutte le attività americane in Antartide, ha portato ad una ristrutturazione del programma con un sostanziale aumento della sicurezza.

Schweickart ha insegnato presso l’Esalen Institute ed ha co-fondato la B612 Foundation, una fondazione no-profit dedita a promuovere la progettazione e lo sviluppo di un veicolo spaziale concepito per proteggere la Terra da futuri impatti con asteroidi.

Nel Maggio 2005 Schweickart ha testimoniato di fronte al Congresso americano per promuovere una missione atta ad agganciare un trasmettitore all’asteroide 99942 Apophis (2004 MN4), una missione di importanza vitale secondo l’astronauta. Alcuni astronomi hanno stimato 1 su 6000 la possibilità che Apophis colpisca la Terra nel 21° secolo. Altri dati parlano di una possibilità su 45000 che l’impatto avvenga entro l’anno 2036.

Schweickart oggi

Nel 2010, Schweickart è stato co-presidente del NASA Advisory Council Ad-Hoc Task Force per la difesa del pianeta.

Insieme ai cosmonauti Alexey Leonov, Vitaly Sevastyanov, e Georgi Grechko, ha fondato la Association of Space Explorers (ASE) nel 1984. L’iscrizione è riservata a tutte le persone che abbiano volato nello spazio. L’organizzazione promuove l’esplorazione cooperativa, lo sviluppo nello spazio e l’utilizzo delle tecnologie spaziali per il miglioramento delle condizioni di vita dell’umanità. Attualmente l’associazione conta 300 membri da 29 nazioni diverse.

E’ sposato con Nancy Ramsey. Ha sette figli e 11 nipoti. Tra i suoi hoppy figurano il golf, la bicicletta e l’escursionismo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...