Riflessioni per l’Ombrellone (Anno III – 2)

The fact that you can put your thumb up to the window of the spacecraft and completely put the earth behind your thumb is a concept that gives you the insignificance of your own existence with respect to the universe … You have to think about hiding the entire Earth. Everything that you’ve ever done. All the people you knew. Every place you’ve been. Continents. Al the major confrontations that you had. You know, the various wars that were going going at the time. The problems at home, the dissension … 1968 was a very bad year. The Vietnam were was going on. The Democratic convention here in Chicago was a disaster. It was not a good year. … and it turns out that it really made you feel humble, because everything shrunk in size.

Il fatto che puoi mettere il tuo pollice sul finestrino della capsula e nascondere completamente la Terra dietro di esso è un concetto che ti mostra quanto sia insignificante la tua esistenza rispetto all’universo … Pensi al fatto di nascondere l’intera Terra. Tutto quello che hai fatto. Tutte le persone che conosci. Tutti i posti in cui sei stato. I continenti. Tutti le grosse dispute. Pensa alle varie guerre in corso a quel tempo. I problemi a casa, il dissenso … Il 1968 è stato un anno davvero brutto. La guerra in Vietnam che continuava. La convention democratica a Chicago è stata un disastro. Non è stato un buon anno … e questo gesto ti fa sentire modesto, perchè tutto si ridimensiona.

Jim Lovell (dal libro Voices from the Moon)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...