Two Sides of the Moon – Il Libro

La Copertina

Babbo Natale quest’anno, con un po di anticipo, mi ha portato una nuova biografia da leggere. Una biografia unica tra quelle che ho letto finora di persone coinvolte nella Corsa alla Luna. Direi una bi-biografia. Il libro è infatti il resoconto delle vite di Dave Scott, astronauta americano che ha partecipato a 3 missioni (Gemini 8, Apollo 9 ed Apollo 15), e Alexei Leonov, cosmonauta russo, primo uomo ad effettuare una ‘passeggiata spaziale’ e comandante della missione congiunta russo-americana ASTP. Il libro è un’occasione unica per avere una vista privilegiata sui programmi spaziali delle due superpotenze e poterne apprezzare i parallelismi, le differenze, i punti di contatto.

Il libro è aperto da due brevi introduzioni di Neil Armstrong (comandante di Scott durante Gemini 8) e Tom Hanks (con cui Scott ha collaborato per il film Apollo 13 e per la serie From the Earth to the Moon).

I primi capitoli sono dedicati alla storia dei due dalla nascita fino al periodo in cui entrambi erano piloti di caccia, fino al momento del reclutamento all’interno dei rispettivi gruppi di astronauti/cosmonauti: per Leonov nel primo gruppo insieme a Gagarin (i due divennero grandi amici), per Scott nel terzo gruppo. Facciamo così conoscenza di uno Scott influenzato dalla presenza forte del padre militare di carriera e di un Leonov talentuoso artista prestato alle forze armate per necessità.

Già in queste prime pagine si nota la caratteristica saliente della narrazione: i due autori si alternano, con ciascuna parte identificata dal proprio nome, venendo a formare un costante parallelo tra le loro due vite e, di conseguenza, dei rispettivi programmi spaziali. Una maniera brillante di guidare il lettore attraverso la storia personale di entrambi e nel contesto dell’epoca, offrendo un costante confronto.

Capitoli chiave del libro sono ovviamente quelli che descrivono le rispettive missioni e in questo caso il protagonista prende il sopravvento, salvo magari un breve commento all’inizio o alla fine sulle reazioni dell’altra parte. Se proprio dovessi indicare uno tra questi capitoli che merita più degli altri direi quello sull’ASTP, una missione un pò dimenticata.

Nel corso della lettura si vedono sfilare via via tutti i personaggi chiave del periodo: Korolev, von Braun, Gargarin, Komarov, Slayton, … E con la storia dei successi ci sono ovviamente i ricordi dei momenti bui, gli incidenti, i compagni morti.

Scott e Leonov ebbero modo di conoscersi bene durante la preparazione della ASTP e divennero buoni amici. In seguito le loro strade si separarono per poi trovare modo di scrivere questa biografia insieme. L’epilogo finale del libro va a coprire tutto il periodo post ASTP (un arco temporale di quasi 30 anni) ed entrambi danno la loro interpretazione dei programmi spaziali in questo lungo periodo (senza troppi dettagli a dire il vero).

Un bel libro, appassionante, da leggere tutto di un fiato. Mentre la parte scritta da Scott è tutto sommato un ‘altro’ resoconto del programma spaziale americano, la parte di Leonov è un territorio inesplorato che ha riservato piacevoli sorprese. Il testo è chiaro, ben leggibile, con parecchi aneddoti: sapevate che i primi esseri viventi a circumnavigare la Luna furono 2 tartarughe a bordo della Zond 5? O che era usanza per i cosmonauti, fermarsi a far pipì sulla ruota del furgoncino che li portava alla rampa di lancio prima di un volo? Un libro pieno di informazioni senza mai cadere troppo nel tecnico (e con un utile glossario a fine libro se proprio qualche sigla non c’è la ricordiamo). Da leggere e vi assicuro tutto di un fiato.

Il libro è disponibile sul sito The Book Depository e magari qualcuno ha ancora spazio libero nella calza della Befana ….

E già che ci siamo

Felice 2012 a tutti voi!

2 Risposte to “Two Sides of the Moon – Il Libro”

  1. Vittorio Says:

    Altrettanti auguri per te!
    E’ in inglese il libro, vero? Devo ancora leggere “Riding Rockets” di Mike Mullane, quindi prima di prendere un altro libro in inglese mi ci vorrà tempo …

  2. raghnor Says:

    Ciao Vittorio, di nuovo auguri. Si, il libro è in inglese. ‘Riding Rockets’ è nella lista dei desideri.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...