Dotty e Charlie Duke a Bologna

Charlie & Dotty Duke a Bologna

Charlie & Dotty Duke

Non ho saputo resistere! Ieri sera [Lunedì 26] ero a Bologna ed ho assistito alla conferenza di Dotty e Charlie Duke presso il Novotel di S.Lazzaro. È nato tutto da un colpo di testa nel weekend e nel giro di un’oretta sabato sera ho organizzato il piano: Pendolino lunedì pomeriggio, conferenza in serata, pernottamento nello stesso albergo e stamattina [martedì 26] di nuovo Pendolino e rientro direttamente in ufficio.

Posso solo dirvi che è stata una esperienza bellissima. Dotty e Charlie sono due persone eccezionali; hanno ipnotizzato la platea (circa 80 – 90 persone) con la loro storia e, sebbene fossero alla loro quarta conferenza nel corso della giornata (con la previsione di tenerne altrettante oggi!), sono stati disponibilissimi e gentilissimi con tutti. Ho avuto occasione di scambiare 4 parole con entrambi anche se erano ovviamente contesissimi.

Ovviamente il tutto è cominciato con una breve introduzione da parte degli organizzatori (che per la cronaca era il gruppo di Agape Italia con la collaborazione di alcune comunità evangeliche della zona di Bologna).

Ha poi preso la parola Charlie Duke; ha raccontato la sua personale storia dalle prime esperienze come pilota di caccia fino alla selezione come astronauta e al successivo periodo alla NASA. Aiutandosi poi con un video tratto da un DVD da lui prodotto ha iniziato a descrivere la missione di cui è stato protagonista (Apollo 16), si è soffermato a raccontare della Terra come l’ha vista dallo spazio nella sua interezza, un gioiello dai colori vividi (il blu intenso degli oceani, il bianco puro della neve e delle nuvole). Ha poi continuato la narrazione parlando della navigazione verso la Luna e dell’allunaggio. Qui ha raccontato di come ha cominciato a gridare per la gioia, tanto che era convinto nel Mission Control lo avrebbero sentito anche senza radio🙂, e di come pensa di aver usato la parola “fantastic” un migliaio di volte nei 3 giorni successivi. Ha raccontato di come. dopo aver passato mesi a studiare le mappe della zona designata per la loro esplorazione, lui e John Young (CDR di Apollo 16), si sentiva a casa, riconosceva perfettamente il paesaggio intorno a se. Parlando del Rover, ci ha invitato nel caso in cui ci interessasse un auto elettrica del valore di 8 milioni di dollari con le batterie scariche, ad accomodarci: si trova ancora là parcheggiata🙂 Il racconto è poi proseguito toccando le rimanenti fasi della missione fino all’ammaraggio. In tutto questo tempo, non ho sentito volare una mosca o anche solo un piccolo colpo di tosse. Charlie aveva assolutamente incantato tutti noi!

E l’incanto è continuato quando ha iniziato a raccontare la vita post-NASA, quando il grande stress che l’essere astronauta aveva caricato sul suo matrimonio è venuto meno, quando si è reso conto che a 36 anni aveva raggiunto il top … e ora? Per dirlo con parole sue: “Avevo studiato per anni, mi ero allenato duramente per 2 anni … e dopo 3 giorni era tutto finito”. Ha iniziato una vita da imprenditore, ed ha iniziato ad interrogarsi su Dio. “Sapevo che c’era un dio. Avevo tante nozioni su di lui nella testa, ma non lo sentivo nel cuore.” ci ha raccontato “Sembravamo una famiglia felice all’apparenza, ma in realtà c’erano grossi problemi.” E Dotty era arrivata a pensare al suicidio nel 1975. Progressivamente anche lui si è avvicinato a Dio e questo ha cambiato tutto, per lui, e di riflesso, per la sua famiglia, per Dotty, per i loro figli. “Grazie al nostro rapporto con Dio, ora tutto questo non è più un problema, ma vogliamo condividere con voi la nostra storia perchè a qualcuno di voi potrebbe servire.”

È stata poi la volta di Dotty portare la sua testimonianza della sua vita accanto a Charlie. Della vita che sognava (“Volevo sposarmi e vivere felicemente, proprio come Cenerentola”) e di quella che poi è stata (la depressione, il senso di inutilità della vita) e di quella che grazie al suo incontro con Gesù è diventata (“Avevo provato tutto, decisi di provare anche Dio […] Mi sono convinta presto che le mie piccole preghiere venivano esaudite. Dio esiste e ascolta le nostre preghiere”). È stata una parte molto toccante della conferenza. Molto di ciò che ha raccontato lo trovate sulla pagina a lei dedicata del sito www.charlieduke.net.

Alla fine ci è stato concesso tempo per alcune domande: vi riporto solo la sua risposta alla classica domanda sui complottisti. La riporto perchè ho iniziato a ridere da solo (si, come un matto) poichè mi sembrava di rivedere “In the Shadow of the Moon”: Charlie ha dato la stessa risposta (“Why fake it 9 times?”), con la stessa intonazione, con la stessa espressione🙂 Ha poi aggiunto che ci sarebbe stato l’interesse dei russi a far saltare fuori tutto e che la NASA ha attualmente in orbita lunare una sonda (LRO, vedi tra gli altri qui, qui e qui) che ha fotografato i luoghi di allunaggio.
Dopo le domande c’è stato un piccolo rinfresco, che è stato tempo buono per scambiare ancora due chiacchiere, rubare qualche autografo (colpevole, lo ammetto), qualche foto (nuovamente colpevole).

In conclusione: sono andato per vedere da vicino un mito, un astronauta che ha camminato sulla Luna, ma torno a casa col ricordo di due splendide persone, umili, gentili, e con il cuore toccato della loro testimonianza.

Per qualche foto in più dovrete attendere domani …

Vi ricordo che stasera Charlie e Dotty saranno ancora a Bologna, presso la Aula Absidale di Santa Lucia (Via de’ Chiari 25/A) dalle 21 alle 23. Fossi in voi ci farei un pensierino …

5 Risposte to “Dotty e Charlie Duke a Bologna”

  1. Charlie e Dotty sono due persone meravigliose. E’ inutile aggiungere altro.
    Consiglio vivamente di andare alle loro conferenze per vedere con i vostri occhi e sentire con le vostre orecchie.

    C’è molto da imparare…

  2. Sono passati tutti troppo distanti dalle mie parti (tutti intendo sia Aldrin che Duke), pazienza.

  3. Potevi fare una pazzia come me🙂 Ne sarebbe valsa la pena.

  4. C’ero anche io alla conferenza, ed abitando vicino sono andata anche ieri sera all’Aula S.Lucia, catturata da questa persona incredibile…è stato un incontro molto più completo dal punto di vista scientifico, ma nulla di paragonabile all’atmosfera intima ed infinitamente più profonda di lunedì!!
    Ho stretto la mano ad un uomo che ha camminato sulla Luna…e da ieri alzo lo sguardo sul nostro satellite e lo guardo con occhi diversi.
    Grazie Charlie!

  5. Grazie della testimonianza Laura. Io ero in dubbio se venire Lunedì o Martedì: dopo aver letto quello che hai scritto sono convinto di aver fatto la scelta migliore. Hai voglia di raccontare qualcosa di più?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...