Apollo: The Definitive Sourcebook – Libro

La Copertina

La Copertina

Lo scopo dichiarato dagli autori (Richard W. Orloff e David M. Harland) è quello di raccogliere i fatti del Progetto Apollo.

E da qui deriva la struttura senza fronzoli del libro: una Introduzione alla storia del progetto dalle origini fino ad Apollo 11 (primo allunaggio), abbastanza schematica e orientata alla storia ‘ingegneristica’ del progetto.

Segue poi la parte centrale del libro con un capitolo per ognuna delle missioni a partire dai lanci di collaudo dei razzi Saturn senza equipaggio, passando per Apollo 1 e poi via via fino ad Apollo 17. Per ciascuna missione il testo fornisce una descrizione tecnica degli accadimenti nelle varie fasi della missione (ascesa in orbita, orbita terrestre, volo translunare, orbita lunare, allunaggio, attività sulla superficie lunare, volo verso la terra, rientro e recupero), la cronologia pre-missione (ovvero le attività di preparazione), la cronologia della missione (in forma tabellare), alcune foto rappresentative della missione (rigorosamente in bainco e nero) e l’elenco degli obbiettivi della missione (con il risultato ottenuto ed eventuali note).

La terza ed ultima parte del libro è dedicata alle Appendici: una serie di tabelle ricche di dati e curiosità sulle missioni. Alcuni esempi: i dati sulla fase di ascesa all’orbita di ogni missione, i nomi della capsule utilizzate (vi ricordate il nome del CSM di Apollo 16? e quello del LM di Apollo 10?), il tempo speso da ogni astronauta nello spazio, il contenuto del kit medico, l’elenco del cibo degli astronauti, chi sono stati i Flight Director delle varie missioni, il peso degli astronauti prima e dopo le missioni (!), i dettagli sugli esperimenti dispiegati sulla Luna, le condizioni meteo al momento del lancio … e molto altro ancora.

Il testo inglese non presenta difficoltà particolari di lettura, l’uso del vocabolario è sicuramente ridotto al minimo e, almeno nel mio caso, necessario solo per particolari termini tecnici a me sconosciuti. Il volume è anche discretamente pesante: pur non presentando una copertina in brossura, le 600 e piu’ pagine sono stampate su una carta lucida di ottima fattura e consistenza.

In conclusione, un libro tecnico molto interessante che conferma in pieno le aspettative date dal titolo: una notevole mole di dati sul Progetto Apollo disponibili per chiunque sia interessato agli aspetti più tecnici. Ma se è la storia vissuta in prima persona quella che vi interessa, allora sono altri i libri che mi sento di suggerirvi (qualcuno è già stato recensito su questo blog).

Il libro è come al solito disponibile su Amazon.

Ah … il CSM di Apollo 16 si chiamava Casper (come il fantasmino🙂 ) e il LM di Apollo 10 Snoopy (proprio come il cane di Charlie Brown, che era tra l’altro il nome del CSM nella stessa missione🙂 )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...