A proposito di me e del blog …

Nel 2006

Nel 2006

Nel 2008

Nel 2008

Quello nelle foto qui accanto sono io. Quell’oggetto dietro di me invece è il Modulo di Comando e Servizio (CSM, Command & Service Module) utilizzato nelle missioni del Progetto Apollo. Non si tratta di un modellino, ma di un modulo perfettamente in grado di volare in mostra al Kennedy Space Center in Florida, da me visitato 3 volte (che giornate !).

Sono sempre stato attratto dal periodo denominato della Corsa allo Spazio e ho sviluppato una vera passione per il Progetto Apollo e per tutto ciò che ha realizzato.

Nel 2009

Nel 2009

Esiste ahimè anche una categoria di persone, i cosiddetti Cospirazionisti, che asseriscono che non siamo mai stati sulla Luna e che il Progetto Apollo è una delle piu’ grandi truffe mai perpetrate ai danni dell’umanità intera. Tra le loro argomentazioni anche la presunta impossibilità di consultare la doumentazione della NASA sul progetto.

Peccato che essa sia disponibile attraverso un semplice browser per accedere al sito dell’ente spaziale. La stessa documentazione utilizzata per una discreta mole di libri dedicati al progetto. Tralasciando poi le biografie degli astronauti, i film, i documentari, le serie televisive …

Per quanto mi riguarda il vero problema che impedisce a chiunque di fruire di questo materiale è che esso (a) non è disponibile in Italia e (b) se lo è occorre caversela con l’inglese.

Divulgare informazioni e curiosità sul Progetto Apollo e rendere tutto ciò più accessibile utilizzando la nostra cara lingua italiana è lo scopo di questo blog. Cercherò di occuparmi di un pò tutti gli aspetti di questo complesso progetto: da quelli progettuali a quelli più squisitamente tecnici, dai profili dei protagonisti alla recensione di libri e/o contributi video, alle curiosità. E ovviamente proverò ad esaudire eventuali richieste di chi avrà la gentilezza di seguirmi.

Raghnor

23 Risposte to “A proposito di me e del blog …”

  1. ciao,
    questo piu’ che un commento e’ un tentativo di mettermi in contatto con te.
    Intanto per complimentarmi per il bel sito ricco di notizie interessanti.
    Anche io sono appassionato di missioni spaziali in particolare di quelle lunari. Sto anche pensando a un viaggio in USA e mi piacerebbe parlare con te che ci sei stato per avere qualche consiglio logistico, se avrai voglia di contattarmi direttamente via email.
    Grazie
    massimo

  2. Ciao Massimo,
    grazie per i complimenti. Ho attivato una nuova casella di posta legata al blog: tb.raghnor@gmail.com.
    Mandami pure li le tue domande, sarò felice di aiutarti.

    Raghnor

  3. martraag@hotmail.com Says:

    Yes I was visiting in Florida a while back and coiuld not find any good Italian food, were you able to find anything other than the dreaded Spagheti and Meatballs, a terribel crime.

  4. Ciao

    Very very nice Blog, I will add this to my favorites :) for two things one is it contains good info about the apollo projects and second to increase my italiano knowledge :) as you can see my italiano is poor right now .

  5. Thanks Mart and Agustin! Welcome on board.

  6. Ciao. Anche io sono un grande appassionato di Astronautica da ben 44 anni !!
    Bel sito, complimenti.

  7. Grazie, benvenuto e spero continuerai a seguirmi anche in futuro.

  8. Bel blog davvero. Viviamo in tempi
    oscuri, ma proprio per questo non
    dobbiamo dimenticare l’ astronautica.
    Ho sempre sentito che l’ astronautica
    ha un significato che va oltre gli aspetti
    tecnici; essa ha un significato morale
    molto elevato.

  9. Giuliano47 Says:

    Vedo solo ora questo blog.
    Se non fossero gia’ stati inseriti, qui gli schemi dell’AGC:

    http://klabs.org/history/ech/agc_schematics/index.htm

    Ricostruitelo e poi tornate sulla Luna!
    Buon divertimento :-)

  10. Beh, è già stato fatto. Ne conosco almeno due:
    – sulle stesse pagine da te indicate ci sono gli articoli relativi alla ricostruzione fatta da John Pultorak
    – quello realizzato dalla squadra del FOAM13 in occasione della mostra Esplorando, come parte del modello del CM scala 1:1

  11. IVAN Airoldi Says:

    Sei un Grande! Ci vuole in questi tempi qualcuno che valorizzi la memoria di quegli straordinari eventi.
    Alla faccia di coloro che ancora hanno dubbi….!
    Complimenti per l’ottimo lavoro tuo e di FOAM13. Mi piacerebbe venire a visitarvi.
    Ciao
    IVAN

  12. Grazie per i complimenti Ivan. Come spesso capita di commentare, i protagonisti di quell’epoca per motivi anagrafici ci stanno piano piano lasciando. Bisogna in ogni modo conservarne la memoria per trarne ispirazione.
    Solo un piccolo chiarimento: io non sono un membro del FOAM13. Ho avuto la possibilità di collaborare con loro per alcuni degli eventi che hanno organizzato negli ultimi 2 anni: non ho potuto spingermi oltre per motivi geografici e di tempo. Ma sono felice di queste opportunità concessami e posso assolutamente confermarti che il loro impegno, la loro dedizione e la loro passione sono eccezionali.

  13. IVAN Airoldi Says:

    Caro Raghnor, più consulto il tuo bellissimo blog, ricco di nozioni e notizie che nemmeno mi immaginavo, più torno a quell’epoca stupenda che mi vedeva appena diciassettenne, ma pieno di stupore e ammirazione per l’avventura spaziale!
    Grazie davvero!

    IVAN

  14. Andrea Beretta Says:

    Complimenti, bellissimo sito. Mi sono avvicinato da poco a questo argomento ma trovo il suo blog eccezionale. Ancora complimenti ed auguri di buon anno. andrea

  15. Complimenti per il blog,nel panorama dei siti dedicati alla missioni Apollo ritengo sia ben documentato. Sono un astrofilo, ma devo dire che sono arrivato all’astronomia grazie all’interesse per l’astronautica, che continuo a coltivare naturalmente.Ho vissuto l’epopea della conquista dello spazio praticamente in presa diretta, nel 1969 avevo venti anni, per me la conquista della luna ha rappresentato un sogno che si tramutava in realtà.Per alcuni aspetti è stato un privilegio per noi giovani di allora, vivere quelle emozioni, ansie, per le imprese lunari che da Apollo 11 in poi ,fino ad Apollo17 nel dicembre 1972 caratterizzarono quel periodo. Andrew Smith autore del libro ” Polvere di Luna” afferma che le missioni Apollo furono “l’ultimo atto di ottimismo del Ventesimo secolo” Alla luce dell’abbandono delle missioni lunari,penso che almeno astronauticamente parlando abbia ragione.

  16. Salve Raghnor, anche se lo hai sentito tante volte, complimentoni per il blog! Io mi sono avvicinato (ed appassionato) alle missioni lunari in maniera “inversa” credo: da quando ho sentito/letto che l’allunaggio non fosse mai esistito. Per me era una affermazione assurda: credevo fermamente che i sovietici, col loro caratterino e l’epoca della guerra fredda,non aspettassero altro che sbugiardare gli americani! Sinceramente mi bastava questo… Poi però mi sono messo a cercare le loro ragioni prima, e cercare la verità poi! Da questa ricerca è nato un amore spasmodico per il progetto Apollo e tutto cio che gli gira intorno… Interessante è che i cosidetti “complottisti” hanno diverse versioni, alcune si contrastano tra loro, mentre i dati a disposizione di tutti danno una verità semplice,lineare e aggiungerei, appassionante!! (ovvio che ho gia imparato a memoria il libro di Attivissimo…)
    Sarà un enorme piacere seguirti e riprendere i post passati!!
    Grazie ancora!!
    A presto!!

  17. Ciao Raghnor,
    complimenti per il tuo blog, veramente un punto di riferimento per gli appassionati del genere.
    Ho da poco creato un sito sulla geologia lunare http://www.geologialunare.it, ti chiederei se fosse possibile fare uno scambio di link o comunque menzionare il mio sito sul tuo portale. Io ho gia’ provveduto con il tuo nell’apposita sezione.
    Grazie in anticipo e complimenti per l’ottimo lavoro.
    Giuseppe

  18. Ciao Giuseppe. Scusa per il ritardo nella risposta. Ti ringrazio per i complimenti.
    Ho dato un’occhiata veloce al tuo sito e lo trovo estremamente interessante; in passato ho dedicato alcuni post alla geologia lunare ma non ho mai raggiunto il tuo livello di dettaglio. Se ti dovesse capitare di leggerli ti prego di segnalarmi eventuali ‘castronerie’.
    Appena riesco a trovare 5 minuti ti assicuro che il contro- al tuo sito.
    A presto!

  19. Giuseppe, UK Says:

    Grazie, Raghnor. Ho letto gli articoli inerenti alla geologia e sono rimasto piacevolmente colpito per l’articolo sull’attrezzatura lunare. Pensavo di essere stato l’unico ‘psicopatico’ ad interessarsi a questo argomento; mi fa piacere di sapere di non essere solo :D. L’unica cosa che vorrei fare, se sei d’accordo, e’ la seguente: nella sezione sugli strumenti del mio sito ho deciso di tradurre, o comunque, di proporre dei termini in italiano per tutti gli strumenti; ho visto che tu hai mantenuto per lo piu’ i termini in inglese e hai tradotto, giustamente, laddove possibile. Appena ho un po’ di tempo vorrei creare una sorta di traduzione/adattamento definitivo di tutti gli strumenti in modo da ‘fare letteratura’. Alcuni termini usati da te sembrano piu’ appropriati di quelli che ho scelto io (per altri, i miei forse si adattano meglio); insomma, una volta raggiunto un accordo su un termine vorrei che entrambi utilizzassimo quello, visto che non c’e’ nessun altro che si e’ occupato di questo settore (ma potrei sbagliarmi). Un unico appunto, infinitesimale, e’ per il titolo dell’articolo Il nome della Roccia, che e’ intellettualmente stimolante perche’ fa’ il verso a un noto romanzo ma in realta’ il pezzo si riferisce ai minerali. Per un geologo la differenza e’ fondamentale. :D
    A presto
    Giuseppe

  20. raghnor Says:

    Ciao Giuseppe, mi scuso per il ritardone imbarazzante nel risponderti. Purtroppo negli ultimi mesi ho un po mollato il colpo sul blog per motivi vari.
    La tua idea di uniformare i termini geologici utilizzati mi piace molto. In effetti non essendo la geologia il mio campo in alcuni punti ho preferito lasciare il termine inglese ed evitare ‘epic fails’ :) Se ti va di farmi avere una proposta di terminologia sarò ben felice di rivederla e discuterla.
    In merito al titolo del post, ammetto che mi piace troppo il gioco di parole col titolo del noto romanzo di Eco. Facciamo così: io lascio il titolo com’è e aggiungo la tua giustissima precisazione in testa all’articolo. Che dici?
    A presto.

  21. Giuseppe, UK Says:

    Ok, Raghnor, metto su una lista di termini e poi te li faccio sapere. Per quanto riguarda il titolo del sito, direi che la tua proposta possa essere un compromesso accettabile :D.

  22. Ho scoperto quasi per caso il tuo blog…hai fatto ciò che vorrei aver voluto fare io, ma che non sono mai riuscita a mettere in piedi per mancanza di tempo…Vedo che piacere esistono altri “lunatici” e che non sono “pazza” come mi dicono spesso per aver sempre avuto la passione per i viaggi verso la Luna. Mi interessano soprattutto le astronavi utilizzate, il LEM prima di tutto, di cui ho realizzato alcuni modellini e sto cercando di farmi una piccola biblioteca di letteratura sulle missioni Apollo. Considerami come uno dei tuoi lettori più curiosi, hai fatto un ottimo lavoro! Chiara

  23. Ciao Chiara, ti ringrazio per i complimenti. Ultimamente non trovo più il tempo che avevo prima per pubblicare spesso ma mi fa piacere che comunque quanto fatto in precedenza venga apprezzato.
    [SPOILER] se sei un’amante del LEM, ti invito a ripassare da queste parti verso Natale ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 51 follower